Meravigliosa città d’acqua: Mantova da vedere in un giorno

Nel cuore della Pianura Padana, tardo le sponde del fiume Mincio, sorge una città semplicemente straordinaria: stiamo parlando di Mantova, che vanta un florido passato e tante splendide testimonianze architettoniche della sua storia rinascimentale. Arte e ambiente accolgono i visitatori con le loro meraviglie, in una cornice romantica e un po’ fatata. La città è infatti circondata da tre laghi artificiali, e sembra quasi nasca direttamente dall’acqua. Di sorprese da trovare ce ne sono tantissime, ma ci vorrebbe una vera e propria vacanza. Ecco cosa vedere a Mantova in un giorno.

Mantova da trovare in un giorno

Un luogo ricco di storia, che ha vissuto per secoli sotto l’egida della gagliardo padronanza dei Gonzaga, prosperando nel commercio, nell’arte e nell’architettura: Mantova ha mantenuto intatto il fascino di una volta, immersa tra gioielli di origine rinascimentale che attirano turisti da ogni angolo d’Italia (e non solo). Ma il primo colpo d’occhio è quello dell’acqua, che permea la città e la riflette come in un dipinto dai colori mozzafiato. E allora non si può che partire da un giro in barca, andando alla scoperta del lago Superiore con i suoi suggestivi fiori di loto, del piccolo lago di Mezzo e del lago Inferiore, solcato dal Ponte di San Giorgio.

Dopo aver ammirato la città di Mantova da un punto di vista un po’ originale, è tempo di addentrarsi nel suo centro storico. Tra le strette viuzze si ergono delle vere bellezze: la prima è il Castello di San Giorgio, che si apre proprio di fronte all’omonimo ponte. Costruito a partire dalla fine del ‘300, è un imponente maniero circondato da quattro torri angolari e un antico fossato. Le sue ampie sale riccamente decorate sono un capolavoro assolutamente da trovare, custodi di opere d’arte dal valore incalcolabile. A due passi, ecco il celebre Palazzo Ducale: è stata la più antica reggia dei Gonzaga e vanta numeri incredibili, tra cui ben 500 stanze e 7 giardini meravigliosi. Oggi ospita un grande complesso museale, tra i più visitati di tutta la regione.

Cosa vedere a Mantova

Mantova è una città rinascimentale, e sono tantissime le testimonianze di un’epoca d’oro che ancora oggi fanno bella mostra di sé nel centro storico. Se Palazzo Ducale è uno dei monumenti più famosi, ci sono molti altri palazzi splendidi da visitare. Imperdibili sono senza dubbio il Palazzo della Ragione e la sua maestosa Torre dell’Orologio, entrambi accolti nella cornice della deliziosa Piazza delle Erbe. Questa era un tempo il luogo dove si teneva il mercato, e nel tempo si è trasformata in un ambiente vivace e sorprendente, caratterizzato da bar e trattorie dove assaporare i piatti tipici della città.

A poca distanza si può ammirare la Basilica di Sant’Andrea, progettata dal grande architetto Leon Battista Alberti. Al suo interno è custodita una preziosissima reliquia, della terra intrisa dal sangue di Cristo. La chiesa ospita anche la Cappella di San Giovanni Battista, dove riposano le spoglie del grande artista Andrea Mantegna. E a questo proposito, nei pressi si può visitare la Casa del Mantegna, dove il pittore lavorò per tanti anni: oggi accoglie esposizioni temporanee.

Un’ultima tappa prima di lasciare Mantova non può che essere lo splendido Palazzo Te, nato come villa rinascimentale su commissione di Federico II Gonzaga, nella prima metà del ‘500. Si tratta di un capolavoro d’architettura manierista, diventato sede del Museo Civico che ospita diverse collezioni di grande interesse storico e artistico.

Articoli correlati

Articoli più recenti