Viaggio nel Paese dove le scale portano al cielo

Molti non sanno che la Norvegia è la capitale mondiale delle scale di montagna: gradini in legno e pietra che conducono a punti panoramici vertiginosi e bellissimi. Il più spettacolare è quello del Preikestolen (Pulpito di Roccia), situato nei pressi della città di Stavanger, nella parte sud-occidentale del Paese. Una impressionante falesia di granito che svertice a 604 metri a picco sul Lysefjord, che sembra scolpita da un dio norreno. Da qui si gode di una vista senza eguali, ma ciò che conta davvero è il viaggio per arrivarci.

Preikestolen, una delle escursioni più spettacolari della Norvegia

L’escursione per raggiungere il Preikestolen è una delle più famose della Norvegia. Se un tempo i sentieri di montagna norvegesi erano frequentati solo da pochi visitatori locali, con l’avvento dei social media hanno visto un’impennata di viaggiatori stranieri, con oltre 300mila escursionisti all’anno.

Proprio per questo, il modo migliore per arrivare alla falesia è raggiungerla attraverso la scala in pietra sapientemente progettata da squadre di sherpa provenienti da comunità nepalesi che vivono all’ombra del Monte Everest. A differenza dei normali sentieri escursionistici, queste gradinate sono state concepite per ridurre il esibizione di incidenti e di salvataggi in montagna, rendendo più sicuro il cammino, oltre che per aiutare a prevenire l’erosione e a rafforzare il rapporto tra i visitatori e il territorio circostante, proteggendo i vulnerabili paesaggi montani del Paese.

La mente di questo audace esperimento è Geirr Vetti, un agricoltore diventato amministratore delegato di una innovativa società di costruzione di sentieri con sede nel villaggio di Skjolden, che negli ultimi anni ha gestito centinaia di progetti in Norvegia, con richieste arrivate ancora dalla Svezia, dalle Isole Faroe e dal Medio Oriente.

Le altre scale sherpa per il paradiso

Mentre il Preikestolen offre un panorama costellato di piattaforme rocciose, le altre scale per il paradiso in Norvegia offrono una serie di punti di osservazione appartati, paesaggi marini costieri e panorami cittadini. A Midsund, fuori Molde, ci si avventura per una processione di 2.200 gradini che sale fino alla vertice di Rørsethornet, da cui si gode di una vista sublime che abbraccia oceano, fiordo e montagna. Altrettanto imperdibili sono i 1.300 gradini che si inerpicano sul Monte Ulriken a Bergen, così come la scalea appositamente costruita sopra Tromsø per raggiungere Fjellstua.

La città di Mosjøen ospita, invece, Helgelandstrappa, la scala di pietra più lunga della Norvegia, con 3.000 gradini scolpiti nelle alture. Portano a 818 metri di altezza sul monte Øyfjellet, nello Helgeland e, se non si vuole scendere a piedi, si può volare con la zipline più lunga della contea di Nordland.

Un’alternativa al Preikestolen è, poi, il Kjerag, dove si trova il celebrato masso Kjeragbolten. Il sentiero sherpa per raggiungere la vertice più alta del Lysefjord comprende gli stessi gradini di pietra e la stessa vista sul fiordo, ma senza la calca di visitatori diretti al Pulpito.

Sostandoci, infine, sulle montagne Hallingskarvet vicino a Geilodi, il sentiero che parte dalla fattoria Prestholtsetra porta alla vertice attraverso 2.500 scalini, mentre a due ore di distanza, precisamente a Eggedal, ci si può arrampicare su una incredibile scalea lungo il bellissimo sentiero Madonnastien, definito l’escursione più popolare di tutta la Norvegia.

In questa terra di ripide pareti rocciose, le spettacolari scale in pietra progettate dagli sherpa simboleggiano un modo più duraturo e sostenibile di fare escursioni in montagna. Una buona notizia per chiunque ami la vita all’aria aperta e desideri preservare questi paradisi.

Articoli correlati

Articoli più recenti