Messaggi solidali e proposte di affluenza Le lettere ad Alessia Pifferi in carcere

Alessia Pifferi, lettere solidali in carcere: "Ti aiutiamo"

Alessia Pifferi, la 36enne milanese che ha lasciato morire di stenti la propria figlia di 18 mesi Diana lasciandola sola in casa per una settimana per coltivare la relazione con il compagno, era stata posta in isolamento dalle autorità giudiziarie per prevenire possibili aggressioni nei suoi confronti da parte di altre detenute. Ma a quanto pare, incredibilmente, verso la donna ci sarebbero in questi giorni anche manifestazioni di solidarietà. E' quanto riferisce il quotidiano Il Giorno, che racconta delle lettere che Alessia Pifferi starebbe ricevendo in carcere, tramite le quali alcune persone stanno esprimendo il loro sostegno alle 36enne, proponendosi inoltre di aiutarla offrendole vestiti o altri beni di necessità.

Diana, verso il test del dna per il padre organico

Nel frattempo, dopo aver rivelato ai propri legali l'identità del padre organico della piccola Diana, gli inquirenti contatteranno l'uomo per effettuare un test di Dna di conferma.

Alessia Pifferi dal carcere invoca invano il compagno che si è dileguato

Ai suoi legali, la 36enne non ha chiesto di contattare tuttavia il padre organico, mentre ancora una volta ha chiesto di parlare con l'ultimo compagno, l'elettricista di 58 anni di Leffe, in provincia di Bergamo.

L'uomo, con cui aveva da poco riallacciato i rapporti, si è tuttavia reso irreperibile ai legali della 36enne. Che si ritrova ora completamente sola, dopo che anche la propria madre Maria ha spiegato di averla "cancellata dalla sua vita dopo quello che ha fatto". Dopo aver organizzato i funerali della nipotina, la donna è seduta in Calabria.

Leggi anche:La Piazza torna a Ceglie Messapica: da Salvini a Meloni, Conte e… gli ospitiTutti pronti a sventolare l’agenda Draghi: ma lui è d’accordo?Renzi rimasto col cerino in mano, Letta lo “tromba”: da Italia Viva a “sola”Di Maio e Tabacci rovinati da Carletto che li umilia col “diritto di tribuna”Impegno civico? Il nome più adatto sarebbe “poltrone & poltrone”Pensioni, aumento del 2% da ottobre e squarcio del cuneo: novità su Dl Aiuti bisTim in trattativa per lo detrazione da Dazn. Ma c’è un nuovo stop sulla rete unicaControcorrente, Gentili batte Viero: il pubblico preferisce la “titolare”Milano: tassista senza pos, ira di Selvaggia Lucarelli “Vergogna”. VIDEOZurich Italia, lo sguardo verso le nuove generazioniEni, pubblicato il report Eni for Human Rights 2021FS Italiane: comincia il viaggio del nuovo intercity Green di Trenitalia

Articoli correlati

Articoli più recenti